Home PCTO LA SCUOLA CHE VORREI: SPAZI E LUOGHI PER L’APPRENDIMENTO

LA SCUOLA CHE VORREI: SPAZI E LUOGHI PER L’APPRENDIMENTO

982
0

LA SCUOLA CHE VORREI: SPAZI E LUOGHI PER L’APPRENDMENTO

Di Ludovica Irace e Federica Della Gatta

Il 20 gennaio 2022 il Liceo Scientifico Enrico Fermi ha avviato il percorso PCTO per le classi quarte, curvatura ingegneria-architettura, “La scuola che vorrei” che nasce per infondere l’idea di sensibilizzare i giovani alla funzione spaziale degli edifici. Il percorso è tenuto dall’esperto prof. Petillo e, in qualità di tutor, dal prof. Luca Ferri.

Il progetto nasce per far acquistare consapevolezza dello spazio scolastico, delle sue caratteristiche in relazione alle aspettative di bellezza, vivibilità, sicurezza, piacevolezza, efficacia ed efficienza; comprendere la natura degli spazi per l’educazione e progettarne le caratteristiche formali e funzionali.

I risultati attesi da quest’ esperienza sono la consapevolezza dell’influenza che la qualità dello spazio ha nel processo educativo e nelle varie articolazioni della vita scolastica, la capacità di prefigurare varianti e variazioni dell’uso dello spazio scolastico esistente e infine la riconsiderazione della natura degli spazi scolastici e loro rivisitazione in termini di città (corti esterne/giardini, corti interne/piazze, percorsi interni/strade, aule/tessuto residenziale, ecc…)

Il progetto occuperà i ragazzi fino ad aprile, una volta a settimana per un totale di 10 incontri in cui, i prof. Petillo e Ferri, tratteranno vari contenuti: analisi della natura degli spazi per l’educazione: la scuola come città; bellezza, vivibilità, sicurezza, piacevolezza, efficacia ed efficienza degli spazi per l’educazione. Esempi di edifici notevoli; la scuola che vorrei. Ipotizzare e progettare spazi per la scuola.

Questi argomenti verranno affrontati mediante lezioni che si pongono l’obiettivo di sensibilizzare gli allievi alla rilevanza della qualità formale degli spazi per l’educazione nella vita e nelle attività scolastiche. Tale consapevolezza generale verrà acquisita mediante la conoscenza di edifici di particolare qualità e rilievo. Si procederà poi in modalità laboratoriale per gruppi, ad ipotizzare e progettare piccole trasformazioni degli ambienti della scuola in cui operano gli allievi. I materiali didattici verranno predisposti dai docenti e forniti agli allievi in forma digitale. Verranno utilizzati LIM, computer e programmi cad.

Davide Schiavone , 5FS racconta la sua esperienza e ci rivela cosa spera di imparare da quest’esperienza: “Attraverso questo PCTO e grazie alla mia passione per l’ingegneria, spero di imparare a progettare degli spazi e renderli funzionali”.