Home PCTO A LEZIONE DI ROBOTICA

A LEZIONE DI ROBOTICA

1727
0

I ragazzi del Liceo Scientifico Enrico Fermi imparano a progettare e realizzare un drone

Di C. Pondurno, M. G. Coppola e F. Solino

Nel corso di quest’ultima fase dell’anno scolastico, i ragazzi dell’Istituto, frequentanti il quinto anno ed iscritti all’Alternanza Scuola-Lavoro del ramo di Architettura ed ingegneria, avranno la possibilità di partecipare ad un modulo particolare, diverso dal solito, che si intitola “Progettazione e realizzazione di un drone”. Il percorso si articola in 7 incontri, per un totale di 40 ore, alcune delle quali interne, quindi presso la sede del Liceo, altre esterne, presso la società Deltacon che si trova a Pomigliano D’Arco. L’azienda in questione opera nel settore Educational, dunque realizza laboratori didattici e tecnologie avanzate per scuole, università e centri di ricerca ed è specializzata nel campo della robotica, della stampa 3D e dello sviluppo prototipi. Presso questa sede, gli studenti coinvolti, avranno la possibilità di progettare un drone usufruendo di Autocad, software utilizzato principalmente per produrre disegni bidimensionali e tridimensionali in ambito ingegneristico, architettonico, meccanico ed elettrotecnico, per poi arrivare alla vera e propria realizzazione del prototipo da loro ideato. “Il progetto è molto interessante poiché si acquisiscono competenze in numerosi settori – racconta il Prof. Luca Ferri, responsabile dell’Alternanza Scuola-Lavoro del ramo di Architettura e Ingegneria – sia per quanto riguarda la progettazione del drone attraverso il software, sia per quanto riguarda la sua programmazione.” “Progettare un drone è una cosa che non ti aspetti – racconta Raffaele Bruno, frequentante la 5ª Ds – soprattutto dopo 5 anni di liceo in cui non abbiamo prodotto nulla di particolarmente concreto.” “Speriamo di progettare un drone in grado di volare – continua Pasquale Bencivenga, anche lui di 5ª Ds – che sia utile anche per la moderna società odierna.” Essere al passo con i tempi è fondamentale per una scuola superiore che ha il compito di formare la classe dirigente del futuro. Coinvolgere i ragazzi in attività che sono da sempre lontane dall’ottica comune è molto importante perché li rende partecipi di dinamiche che consideravano impensabilmente vere e “da film” e, soprattutto, li inserisce nel mondo del lavoro in maniera moderna, futuristica e magari più interessante rispetto alla classica concezione retrograda di “professione redditizia”.