Home PCTO UNA NUOVA SFIDA PER I NOSTRI RAGAZZI    

UNA NUOVA SFIDA PER I NOSTRI RAGAZZI    

1880
0

Gli studenti del Liceo Enrico Fermi a lezione di Project Management

Di C. Pondurno e M. G. Coppola

I ragazzi del nostro Liceo, iscritti all’ultimo anno, sono stati oggetto di un recente sondaggio inerente la facoltà cui intendono iscriversi alla fine del loro attuale percorso di studi. Coloro che sono parsi interessati all’ambito economico, lo scorso 26 gennaio hanno avuto la possibilità di partecipare ad un evento speciale tenutosi proprio nel nostro Istituto: la presentazione del percorso degli “Olympic Games”, contest interregionale in materia di Project Management ovvero tutto ciò che riguarda l’analisi, la progettazione, la pianificazione, la gestione e la realizzazione degli obiettivi di un progetto. L’evento è stato condotto dal Dott. Pier Luigi Trombetti, Project Manager. I ragazzi iscritti alla competizione sono 26 i quali verranno divisi in 5 gruppi: il migliore di questi verrà scelto per rappresentare il Liceo Scientifico Enrico Fermi al contest interregionale. Ognuno dei team dovrà occuparsi della realizzazione di un project work che rappresenta un tipo di sperimentazione attiva dei contenuti appresi durante un percorso didattico e fa parte della metodologia “learning by doing”, imparare facendo. “Con la partecipazione agli Olympic Games i ragazzi acquisiranno delle competenze in materia di Project Management – ci racconta la prof.ssa Anna Grazia Rambone, una delle docenti responsabili dell’Alternanza Scuola-Lavoro di ambito Giuridico-Economico – Il corso sarà infatti tenuto da un vero Project Manager.” Gennaro Santoro, 5ªI è uno degli studenti iscritti al corso: “Ero già entusiasta all’idea di partecipare agli Olympic Games per la dinamicità che li caratterizza e le mie aspettative sono state soddisfatte in pieno dall’incontro con il dott. Trombetti. Infatti, non si tratta solo di sviluppare ampie e solide conoscenze in materia ma anche di saperle esporre in maniera accattivante e persuasiva adattandole alle varie situazioni.” La cosa che contraddistingue questo progetto dagli altri, come ci ha raccontato Santoro, è che le capacità acquisite non sono unicamente rivolte agli interessati all’ambito economico ma a persone di tutte le età. Si tratta infatti di sviluppare le tanto acclamate e citate “soft skills” ovvero tutte quelle abilità che ci permettono di relazionarci alle persone nei lavori di gruppo ma anche di assumere una posizione da leader tanto da poter gestire il lavoro in questione, cosa di cui si occupa appunto un Project Manager. Un percorso molto interessante quello che si prospetta ma soprattutto una grande opportunità per i ragazzi coinvolti. Essi, infatti, saranno sottoposti ad una nuova sfida che, indipendentemente dalla vittoria in cui tutti speriamo, li porterà a crescere in ambito scolastico ed educativo. Questa esperienza costituirà un altro mattoncino da aggiungere al castello della loro carriera scolastica e, soprattutto, della loro vita sia presente che futura. Proprio per questo ci auguriamo che la svolgano al meglio e che, qualunque sia il risultato finale, riescano ad imparare e trarre qualcosa da questa grande esperienza in cui stanno per tuffarsi.