Home Progetti PON “IL DISCORSO: SPAZIO DI DEMOCRAZIA E DI LEGALITÀ”: IMPARARE AD ARGOMENTARE

PON “IL DISCORSO: SPAZIO DI DEMOCRAZIA E DI LEGALITÀ”: IMPARARE AD ARGOMENTARE

1592
0

Il Progetto permette agli studenti di sviluppare le proprie competenze dialettico-argomentative

Di M. Mangiacrapa, C. Sarmiento e I. Quagliariello

Tra i percorsi PON offerti dal Liceo quest’anno è presente “Il discorso: spazio di democrazia e di legalità”. Si tratta di un percorso di formazione al dibattito e alla forma controversale, al fine di incentivare le attitudini e le conoscenze necessarie a promuovere le capacità di argomentare e contro argomentare. Responsabili del ponil Prof. Ferdinando Pirro, docente di Filosofia e Storia, e la Prof.ssa Iolanda Riccardi, docente di Filosofia. Esso prevede 10 incontri, ognuno da 3 ore, che si tengono di mercoledì e rientra tra le attività di Alternanza Scuola Lavoro per la curvatura giuridico-economica. Il corso permette una formazione democratica, improntata sul rispetto delle regole e sulla capacità di creare spazi di partecipazione per tutti. Ha un ruolo molto importante nella crescita dello studente come futuro cittadino, in quanto l’argomentazione è una competenza fondamentale. Si inserisce nella metodologia didattica del debate, già avviato al Liceo Fermi da tempo, il quale consente l’acquisizione di conoscenze trasversali (dette anche life skills) e favorisce il cooperative learning e la peereducation, non solo tra studenti, ma anche tra docenti e tra studenti e docenti. La Prof.ssa Riccardi spiega: “Attraverso la metodologia debate, ovvero del dibattito regolamentato, gli studenti hanno l’occasione di vivere lo spazio dialettico-argomentativo, che è uno spazio sociale e interpersonale, discutendo il mondo che li circonda e/o i temi di interesse attraverso sguardi e punti di vista che si incrociano.” Dunque il corso ha come obiettivi quelli di accrescere negli studenti la capacità di rispettare le convinzioni altrui, di rispettare le regole del dibattito, di interrogarsi e mettere in discussione le proprie convinzioni ponendo questioni autentiche, in grado di mobilitare la partecipazione e la possibilità di dichiarare diversi punti di vista. Inoltre, la Prof.ssa afferma che i ragazzi sono molto entusiasti del percorso, che rappresenta per loro un’opportunità unica per lo sviluppo delle proprie competenze argomentative. A questo proposito, il Prof. Pirro afferma: “Gli allievi che stanno frequentando il corso stanno migliorando la loro capacità di parlare in pubblico tramite tecniche di public speaking, imparando a selezionare informazioni da fonti attendibili per preparare la discussione e ad argomentare le proprie tesi su argomenti di studio o di attualità.” Infatti, l’altra docente coordinatrice spiega che il debateaiuta anche gli studenti ad auto-valutarsi, a migliorare la propria consapevolezza culturale e la propria autostima. Quindi il Progetto permette lo sviluppo del pensiero critico, allarga gli orizzonti degli studenti e arricchisce il loro bagaglio di conoscenze e competenze, ma non solo! Il Prof. Pirro, infatti, riflette: “Il corso è un’occasione per lavorare in gruppo e imparare a fare “squadra”: speriamo che da questa “palestra della parola” emergano i futuri speaker da coinvolgere nelle fasi regionali delle Olimpiadi nazionali di debatepreviste il prossimo autunno!”. Gli alunni partecipanti si mostrano molto entusiasti dell’iniziativa, infatti Angela Carnegli, IIIC, afferma: “Sono davvero soddisfatta di questo PON che ho scelto perché volevo migliorare le mie capacità espositive e discorsive. Infatti grazie a questo ho potuto mettermi seriamente in gioco, non solo apprendendo diverse informazioni, ma anche migliorando la mia esposizione.” I 24 ragazzi hanno quindi l’opportunità di confrontarsi tra loro per migliorare un’abilità a volte sottovalutata, ma che, come afferma il nome del PON, è alla base della democrazia e della legalità. Un discorso corretto e coerente è infatti alla base di una società migliore, società a cui tutti i giovani di oggi devono offrire un concreto contributo.