Home PCTO I BUSINESS MEN DEL FUTURO

I BUSINESS MEN DEL FUTURO

2395
0

Il Fermi incontra la LUISS, Libera Università Internazionale degli Studi Sociali

Di C. Pondurno, M. G. Coppola e M. Aburime

È avvenuto nell’aula magna del nostro Istituto: i ragazzi del 5º anno frequentanti la curvatura di ambito giuridico-economico, hanno avuto la possibilità di partecipare all’orientamento della LUISS, Libera Università Internazionale degli Studi Sociali, specializzata in scienze economiche, giuridiche e manageriali. Questa, secondo una classifica de Il Sole 24 Ore è al primo posto in Italia nella qualità della didattica tra le Università non statali, come anche per la classifica Censis, Centro Studi Investimenti Sociali, del 2017. L’incontro è stato tenuto dal professore Nicola Parascandalo, responsabile dell’orientamento dell’università, il quale ha illustrato i vari percorsi di studio disponibili nell’istituto, parlando in particolare del nuovo corso di laurea in ingegneria gestionale. Ha anche sottolineato i rapporti molto attivi della LUISS con l’estero e con il mondo del lavoro. Ma cosa ne pensano i nostri studenti? Giovanna Milone, studentessa 5°D è rimasta positivamente colpita: “L’università ci insegna sia a modellare il nostro metodo di studio affrontando anni e anni di corsi, sia ad approcciarci in modo migliore ai problemi della vita reale. L’offerta formativa è poi arricchita da attività extracurriculari, quali associazioni studentesche e progetti; inoltre i contatti della LUISS con l’estero permettono di passare un anno fuori con l’Erasmus o di frequentare un corso di laurea in lingua inglese”. Molto interessante è anche l’opinione di Gennaro Santoro, studente 5° I e vincitore della borsa di studio di una settimana, messa a disposizione quest’estate dalla LUISS. Durante l’orientamento ha capito quanto possa essere importante, per trovare lavoro, terminare l’università nel minor tempo possibile ma è stato durante la settimana trascorsa alla LUISS che si è reso conto di quanto la nostra realtà liceale, nonostante sia composta da più di 2.000 studenti, possa essere piccola rispetto al mondo che c’è fuori le porte del nostro Istituto. Infine ci ha parlato dell’importanza di “rimanere in corso”: alcune statistiche attestano che i ragazzi che frequentano la LUISS riescono a laurearsi in una media di 5,5 anni, contro i 7,1 che impiegano coloro i quali frequentano altre università. “Non è la prima volta che la LUISS si presenta al nostro istituto – spiega la professoressa Annagrazia Rambone, Responsabile della Curvatura Giuridico-Economica – È una delle più prestigiose università di tutto il Paese e ha stretti rapporti con il nostro Liceo, infatti, sono tanti i nostri ex studenti che al momento la frequentano o si sono laureati lì”. Unita all’ansia dell’anno impegnativo e dell’esame finale e alla tristezza di dover abbandonare la routine da liceale per passare ad una realtà simile a quella di un adulto, vi è anche la speranza di coronare quello che per molti è il sogno di intraprendere il percorso di studi atteso da tutta una vita. E allora, il nostro più grande “in bocca al lupo” a tutti coloro che sceglieranno di intraprendere questa Università.