Home Interviste UN GIOCO DIVENTATO SERIO

UN GIOCO DIVENTATO SERIO

1860
0

Intervista al Rappresentante d’Istituto del Liceo Scientifico Enrico Fermi

Di C. Liguori e L. Grillo

Vincenzo D’Agostino, studente 19enne della classe 5D è il Rappresentante d’Istituto del Liceo Enrico Fermi. Al termine dell’anno scolastico gli abbiamo rivolto qualche domanda per trarre un bilancio.

È il primo anno che ti candidi come rappresentante? Cosa ti ha spinto a intraprendere questa scelta? Qual è stato il programma che ti ha portato poi a essere eletto?

Questo è il primo anno che mi candido come rappresentante e devo dire che sono stato anche abbastanza fortunato visto che sono stato subito eletto come primo rappresentante. All’inizio ho intrapreso questa strada più che altro per mettere alla prova me stesso, per fortificare il mio carattere e anche per provare una nuova esperienza più unica che rara. Dopo un po’ ho compreso che più che una sfida era un obiettivo che avevo intenzione di portare a termine nel migliore dei modi. Nonostante la competizione più che sana con gli altri candidati, sia della mia lista che quella avversaria, successivamente alle prime propagande ho capito subito che alla mia scuola ci tenevo più di quanto potessi immaginare: desideravo migliorare ogni difetto di questo Istituto. Il mio obiettivo principale era lasciare che la gente si fidasse di me, che vedesse in me un ragazzo sincero che riesce a mantenere sempre le promesse fatte.

Visto che l’anno scolastico sta volgendo al termine credi di aver soddisfatto a pieno le esigenze degli studenti? Quali sono le maggiori critiche che hai dovuto affrontare?

A dire il vero non ho dovuto affrontare molte critiche anche perché credo di avere svolto il mio lavoro nel migliore dei modi. Ovviamente la strada per fare ciò non è stata tutta in discesa, infatti in alcuni casi è stato abbastanza faticoso e impegnativo soddisfare le richieste degli studenti.Anche se con difficoltà spero di esserci riuscito nel migliore dei modi. Per me è stata davvero una bella esperienza e la consiglio vivamente a tutti coloro che vorrebbero provarci: anche se timidi o timorosi di farlo, provateci perché è un’esperienza che vi porterete avanti. Ho dovuto superare delle difficoltà ma ammetto che lo rifarei esattamente nello stesso modo. Spero di aver soddisfatto tutte le richieste che mi sono state fatte o almeno la maggior parte, visto che mi sono impegnato molto in questo percorso che definirei innanzitutto di formazione.

Come vedi il tuo futuro? Hai già pensato a cosa farai dopo la scuola?

In futuro mi vedo a capo di un’azienda creata e gestita da me. E’ un obiettivo un po’ difficile da raggiungere lo so, ma sono sicuro che con il giusto impegno e la buona volontà ognuno di noi è capace di fare cose che neanche immagina. Dopo questo ultimo anno di liceo quasi sicuramente mi iscriverò alla Facoltà di Economia di Napoli per realizzare il mio obiettivo.